Manifestazioni ed Eventi











19ª Edizione nel Centro storico
Parco Salici - Via IV Novembre
Dal 20 al 21 e dal 27 al 28 Settembre 2014
Manifestazione gastronomica dedicata alla zucca, che si svolge in centro storico con due fine settimana dedicati alla degustazione di specialità gastronomiche a base di zucca nei ristoranti locali con cena (sabato e domenica) e pranzo (domenica) in costume nel centro storico.

Spettacoli di giocolieri e di folklore, sfilate in abiti medioevali, falconeria, tiro con l'arco, tornei cavallereschi.
http://www.prolocoreggiolo.it/



Si parte da Porto Garibaldi Porto canale, imbarco motonavi - Porto Garibaldi
Dal porto di Porto Garibaldi, località balneare nota per il porto turistico e per la flotta peschereccia, si naviga lungo la costa adriatica fino alla foce meridionale del delta del Po.
Si attraversa la Riserva Naturale Duna e l'Isola della Sacca di Gorino, dove dune sabbiose e lingue di terra separano la sacca dal mare, luogo di nidificazione, sosta e svernamento di molte specie di uccelli.
Pranzo a bordo, a base pesce aapena pescato.



Domenica 21 Settembre 2014

A Scavolino di Pennabilli il 21 settembre 2014 si terrà la “sagra della polenta e del sedano”.

Dopo la santa messa, ci sarà la processione che si snoderà attorno al paese di Scavolino, frazione del comune di Pennabilli,  delizioso borgo  situato nell’alta Valmarecchia, in provincia di Rimini.
Nel pomeriggio in piazza con un piccolo rinfresco, con la banda musicale che allieterà gli ospiti che interverranno all’evento. Alla sera finalmente si mangia, con un menù a base di polenta e sedano. La sagra sarà resa più interessante dalla presenza di momenti di intrattenimento e di bancarelle enogastronomiche. La polenta che verrà utilizzata per la festa, viene chiamata “polenta del principe”, tipologia prodotta sul posto con una semente antica, che è stata ritrovata e che può essere riutilizzata in chiave gastronomica.



Dal 25 al 29 settembre 2014.
Bagnacavallo festeggia l’imminente arrivo dell’autunno con la festa di San Michele, che si terrà nella graziosa cittadina ravennate.
Le origini della festa sono antichissime: i primi documenti in cui viene citata risalgono al 1202.
La città nelle vie, nelle piazze con gli scorci caratteristici di un centro storico, che dal punto di vista architettonico è un vero e proprio gioiellino, sarà animata da spettacoli in piazza, concerti di musica sacra all’interno delle chiese, mostre di artigianato d’arte nei musei e nei luoghi più suggestivi del magnifico centro di cui dispone. Le osterie, aperte per la circostanza, propongono la gastronomia tipica del territorio, i forni e le pasticcerie confezioneranno i gustosi dolci della tradizione, fra cui il goloso dolce di San Michele, il “savor”, il “sugal” e il “piadot”.



L’ identità culturale di un determinato territorio si può costruire e realizzare anche partendo dalle specialità tipiche che qui vi vengono prodotte. Come per, situato in provincia di Forlì-Cesena, dove
Dal 26 al 28 settembre 2014, si terrà la sagra de Savor, giunta quest’anno alla sua 26ª edizione nella frazione del comune di Sogliano Montegelli.
Si tratta di una sagra che sarà dedicata ad uno dei prodotti tipici del luogo, “e savor” appunto, la cui preparazione rispetta i canoni tradizionali,  con la cottura degli ingredienti in un grande calderone di mosto bollente e una pioggia di frutti: pere dolci e pere cotogne, mele verdi, mele rosse e mele cotogne bitorzolute e profumate, croccanti gherigli di mandorle a fiamma tenuta bassa, che saranno costantemente girati fino a quando non si ottiene la consistenza desiderata. La marmellata che si otterrà seguendo questo procedimento avrà un colore marrone tendente al rossastro, dal sapore delicato, un po’ asprigno e pastoso; se poi si vuole raggiungere l’apoteosi del gusto rendendo così “e savor” una prodotto unico nel suo genere.
Alla fiera di Montegelli si potrà assaporare oltre a questa gustosa marmellata, anche  il “Mastlaz”, vino dolce novello, la Saba, marmellate di fichi e sambuco e allo stand gastronomico primi piatti,  secondi, contorni, affettati e pizze.



Dal 27 al 29 settembre 2014.
A Santarcangelo di Romagna si rinnova la tradizione con la prima grande fiera dedicata agli uccelli che apre la strada alla più rinomata fiera di San Martino, conosciuta anche come la “fiera dei becchi”.
La festa di san Michele è conosciuta anche come la “Fiera degli Uccelli”, un evento che propone una vasta esposizione di articoli, attrezzi e prodotti pensati per chi si occupa dell’avicultura e della natura e privilegia i temi dedicati agli animali e al mondo agricolo, affrontati e presentati per l’occasione con interessanti mostre ed iniziative ad essi dedicate:
- La Chèsa di Gazott, mostra di volatili da compagnia;
- la Gara di Canto, il tradizionale appuntamento che si svolge all’alba, tra l’altro  inserito nel calendario nazionale delle Sagre e Fiere Venatorie;
- le Cose Vecchie del Mondo Animale, una suggestiva mostra di attrezzi, immagini e ricordi legati alle tradizioni venatorie ed ai primi allevamenti avicoli;
- la Vecchia Fattoria caratterizzata dalla simpatica presenza degli animali più rappresentativi, capaci di evocare il ricordo e la conoscenza degli animali dell’aia.

La festa sarà animata da diverse attrazioni, come le feste organizzate nelle contrade, lo spazio dedicato ai più piccini denominato bambini in fiera e nello spazio commerciale, gli espositori che saranno circa 200, venderanno prodotti riguardanti gli animali, il verde, prodotti naturali, biologici e legati all’artigianato locale.



La Compagnia d'arme delle 13 porte, la Compagnia della Mandragora e il Borgo Romano vi aspettano...Il 27-28 Settembre 20143.
I gruppi di ricostruzione storica dovranno ricostruire al meglio la vita medievale in un contesto militare tra il 1360 e il 1410. I gruppi partecipanti dovranno rigorosamente rispettare i costumi, gli attendamenti gli arredi e l´armamento in uso in questi 50 anni.

Nella suggestiva cornice dei Bastioni della città fortificata di Terra del sole, una festa dedicata ai Rievocatori e proprio per questo rivolta a chi è curioso di apprendere come veramente si viveva a quei tempi.

All'interno di A.D.1387, sarà rievocata la Battaglia avvenuta nei pressi di Castrocaro nel 1387, sarà possibile visitare gli accampamenti che riproporranno, costumi, armi armature e arredi ricostruiti con un rigore storico molto alto. Durante le due giornate di manifestazione, giullari e musici, intratterranno il pubblico con i loro spettacoli.



10ª edizione della grande kermesse dedicata al cavallo sulla spiaggia. a Cervia
Il prossimo 27 e 28 settembre 2014 prevede due giorni di esibizioni, gare e spettacoli equestri al Bagno Fantini Club, ma soprattutto un’occasione per avvicinarsi all’equitazione sia per grandi e piccini.
Un'occasione sia per principianti che per i più esperti, salire in sella e passeggiare circondati da un bellissimo ambiente tra la spiaggia e la pineta cervesi, oltre che godersi un romantico giro in carrozza.
 



Domenica 28 settembre 2014 oltre 30 aziende produttrici di aceto balsamico di Modena e provincia apriranno le loro porte ai visitatori nell’ambito della manifestazione “Acetaie Aperte”!
Si tratta di un esclusivo condimento che in Italia e all'estero conta milioni di estimatori, tanto da piazzarsi al primo posto tra i prodotti agroalimentari italiani maggiormente esportati, ma anche tanto da salire per ben due volte consecutive sul podio nella Top 15 degli Oscar Qualivita.
L’evento è organizzato dal Consorzio Aceto Balsamico di Modena e dal Consorzio Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP e ha come obiettivo la promozione dell’aceto balsamico, uno dei prodotti italiani più conosciuti e apprezzati all’estero, tanto da essere al primo posto tra i prodotti agroalimentari italiani maggiormente esportati.
Il programma di “Acetaie Aperte” comprende visite guidate e degustazioni di prodotti tipici Dop e Igp.
Per maggiori informazioni su “Acetaie Aperte” visitate il sito www.acetaieaperte.com



Domenica 14, 21, 28 settembre e 5 ottobre 2014
Novafeltria- Località Perticara (RN)

La Sagra della Polenta e dei Frutti del Sottobosco si terrà a partire dal 14 settembre, un evento da non perdere con la polenta condita con ragù di salsiccia o di cinghiale o ai funghi porcini, fatta con una farina che contiene ben 13 specie di granoturco rigorosamente macinato ad acqua.
La piadina, la trippa e altre specialità della tradizione locale, innaffiate con il Sangiovese Doc, completano l'offerta gastronomica.